Il progetto

La nascita e lo sviluppo del
PROGRAMMA VIRGILIO

Dante e Virgilio

 

E’ una pietra miliare del servizio rotariano: fondamentale l’argomentazione che ciascuno nella propria vita ha avuto un maestro di riferimento partendo da questo principio i soci del rotary, per sviluppare il loro rapporto di servizio con la collettività, hanno deciso di

  1. Proporsi singolarmente come tutore a singoli giovani imprenditori/professionisti, categorie che rappresentano gli obbiettivi dell’associazione gia’ dalle prime affermazioni dei suoi padri fondatori.

  2. Selezionare i tutori, esclusivamente tra gli aderenti al rotary, per la loro abilita’ di individuare il percorso da seguire e trasferire al fruitore le informazioni che garantiscano il successo di una iniziativa (cultura ed esperienza combinate in maniera opportuna alla professionalita’).

  3. Stabilire un rapporto di profonda motivazione con il fruitore dell’assistenza, acquisendo credibilita’nei suoi confronti, senza mai sostituirsi nelle decisioni e nelle azioni all’imprenditore che deve sentirsi ed essere il vero protagonista dell’iniziativa.


Foto: dalla “Divina Commedia” illustrata da G.Doré